TUTORI PER GINOCCHIO: Quando è necessario indossarli e quali sono i benefici.

Durante una lunga passeggiata, una faticosa partita a tennis o anche dopo un infortunio, un adeguato tutore per ginocchio può aiutare con il supporto necessario.

I legamenti e i muscoli del ginocchio vengono messi a dura prova a causa dei ripetuti salti, movimenti laterali o arresti improvvisi, per questo può essere necessario se l’articolazione è troppo debole o se è chiamata a svolgere un’attività più intensa rispetto alla sua capacità di resistenza, l’utilizzo di un tutore .

Questi supporti non sono utilizzati solo quando lo richiede una specifica patologia, ma trovano applicazione anche in ambito sportivo, per stabilizzare e supportare il ginocchio.

I tutori per ginocchio per uso sportivo sono studiati con un design specifico per ogni esigenza e si adattano all’utilizzo e all’applicazione di qualsiasi sport,  In commercio si trovano anche modelli che si prestano ad essere indossati sotto la tuta da sci e garantiscono sicurezza nei movimenti tra uno slalom e l’altro.

A seconda delle esigenze e della funzione, per uso preventivo o a seguito di un infortunio, sono consigliati diversi tipo di tutori.

tutori preventivi sono ginocchiere poco strutturate, di un materiale molto morbido, applicano una compressione moderata e sono ideali per la ripresa delle attività fisica e per tenere sotto controllo la posizione del ginocchio. Migliorano la resistenza muscolare, proteggono le ginocchia, offrono sollievo dal dolore e un sostegno moderato.

Nel processo riabilitativo invece, un tutore può essere necessario durante la guarigione: con il sostegno di un tutore al ginocchio è possibile camminare con un bastone o un deambulatore, facilitando la convalescenza, piuttosto che usare le stampelle o una sedia a rotelle.

La ginocchiera può essere impiegata per alleviare o prevenire il dolore al ginocchio e aiutare con il recupero della regolare attività dell’articolazione.

Vieni a scoprire tutta la gamma di prodotti disponibili da Ortocenter e fatti consigliare dal nostro staff di esperti per trovare il tutore più adatto a te.

Ginocchio: anatomia e disturbi più frequenti.

Ortocenter offre una vasta gamma di supporti e tutori per ginocchio di alta qualità, che trovano applicazione sia a seguito di un infortunio sia durante attività sportive, ma quali sono le ragioni e le principali cause del dolore ?

Per conoscere la risposta dobbiamo innanzitutto comprendere l’anatomia ginocchio , l’articolazione più complessa e ampia del nostro corpo.

Il ginocchio collega la coscia e il polpaccio, ed è fondamentalmente formato da: Tre ossa, il femore, la tibia, e la rotula, i legamenti, che rendono stabile l’articolazione, i menischi che fungono da ammortizzatori tra le due ossa principali, e i muscoli, quadricipite d’avanti  e il bicipite femorale dietro.

Proprio per la sua complessa struttura anatomica, i disturbi a carico del ginocchio sono numerosissimi.

Il disturbo più comune che interessa il ginocchio è l’artrite. L’Artrite è un’infiammazione delle articolazioni e si manifesta in tantissime forme diverse. Le lesioni al ginocchio, soprattutto in giovane età, si possono manifestare a seguito di un trauma o di movimenti improvvisi che lo forzano oltre il suo ambito di movimento normale. In altri casi si sviluppano progressivamente delle lesioni camminando in modo scorretto, ad esempio a causa di problemi al femore o ai piedi, compromettendo negativamente l’allineamento delle ginocchia.

I problemi possono infine essere causati dal normale logorio dovuto all’età. Le articolazioni, più o meno come gli pneumatici, si consumano con il passare del tempo.

A seconda della causa che l’ha determinato, il dolore al ginocchio potrebbe manifestarsi insieme ad altri sintomi. In caso di artrosi per esempio il ginocchio potrebbe essere gonfio rosso e caldo, a causa del processo infiammatorio in corso. Lo stesso potrebbe accadere dopo un lieve trauma, mentre a seguito di un trauma più importante è comune una rapida comparsa di ematoma.

In tutti casi è fondamentale contattare un dottore se il dolore nel ginocchio è persistente e invalidante.

Ortocenter consiglia di prendersi sempre cura delle articolazioni mantenendo il peso sotto controllo e praticando regolarmente attività fisica a basso impatto, come nuoto, camminata, yoga e tai chi, per aumentare l’elasticità e l’ossigenazione. Inoltre un adeguato tutore per ginocchio può aiutarti con il supporto necessario a proteggere l’articolazione anche da sforzi più intensi.

 

Quali sono i benefici delle fasce posturali?

Spesso assumiamo inconsapevolmente posizioni scorrette o innaturali, sedute d’avanti al PC o per molte ore in macchina, ciò provoca inevitabilmente effetti negativi a carico della colonna vertebrale.

Affidarsi ad un reggiseno o una fascia posturale può abituare la colonna ad acquisire una postura corretta e, conseguentemente, ridurre i dolori a collo, schiena e spalle. Le fasce posturali possono essere utilizzate sia nelle attività sportive che di vita quotidiana, sono facili da indossare e invisibili sotto agli abiti. Con un’azione retropulsiva delle spalle sostengono e modellano senza comprimere, lasciando piena libertà di movimento. Tutti possono trarre beneficio dall’utilizzo delle fasce posturali, per scegliere l’articolo più adatto alle tue esigenze vieni da Ortocenter di dott.ssa Zungri Annamaria, nelle nostre sedi troverai un vasto assortimento e personale qualificato per una consulenza gratuita.

STAMPA QUESTO COUPON PER OTTENERE SUBITO UNO SCONTO DEL 5% SULLE FASCE POSTURALI

Cuscini da viaggio. Un amico per l’estate.

 

E’ arrivata l’estate e si è pronti a partire. Ma abbiamo pensato al nostro collo? In aereo, sulla nave, o semplicemente in auto, spesso, chi soffre di dolori cervicali, è costretto a posizioni del collo che causano dolore e indolenzimento.

Per questo motivo Ortocenter, Ortopedia Napoli propone una mini guida per scegliere quale sia il miglior cuscino da viaggio più adatto alle vostre esigenze e viaggiare comodi.

Questi ausili rientrano nella categoria degli ausili per la salute quotidiana, sono un valido strumento per aiutare chi soffre di dolori alla zona cervicale e deve viaggiare, magari per molte ore. Il cuscino da viaggio aiuta a rilassarsi e a trovare la posizione più comoda.

In viaggio è importante poggiare la testa su un supporto morbido e ad assumere una posizione corretta affinché le vertebre cervicali non siano costantemente sollecitate in modo errato.

Di solito i cuscini hanno una forma a ferro di cavallo e si poggiano intorno al collo. Grazie alla loro forma permettono di alleggerire la tensione sui muscoli cervicali e possono essere utilizzati sia da seduti che da sdraiati.
Esistono inoltre cuscini per il mal di collo o per il mal di testa, ma anche cuscini che possono aiutare ad assumere una postura corretta quando si dorme.

E’ importante scegliere in base anche alle caratteristiche della propria corporatura, soprattutto in caso di utilizzo frequente, come quando si viaggia spesso per lavoro.

Da Ortocenter puoi trovare il cuscino da viaggio più adatto a te, i nostri cuscini sono creati per adattarsi al profilo di spalle e di testa, sostenendo i muscoli cervicali e dando la possibilità di riposare meglio mentre si viaggia.

Vieni da Ortocenter, Ortopedia Napoli e scopri quale cuscino da viaggio fa più al caso tuo.

I difetti del Piede nel bambino

Oggi con Ortocenter- Ortopedia Napoli affrontiamo il problema di alcuni difetti di appoggio del piede nei bambini.

Molto importante è osservare, tenere sotto controllo ed eventualmente correggere l’appoggio dei piedi durante la crescita del bambino.

Potrebbero tendere ad appoggiare i piedi in modo scorretto con il rischio di farla diventare un’abitudine.

Come già abbiamo visto in qualche altro caso, l’appoggio del piede può essere condizionante per tutta la postura e portare quindi altri tipi di problemi, riflettendosi su gambe, ginocchia, schiena, ed in generale su tutto l’organismo.

 

 

Tra i problemi del piede più frequenti nei bambini troviamo:

Sindrome del piede piatto – nel caso in cui manchi una curvatura normale della pianta del piede;

– Piede varo – si riconosce perché il bambino tende a camminare, appoggiando la parte interna del tallone;

– Piede valgo – il bimbo cammina appoggiando il piede verso l’interno della caviglia;

– Piede equino – si verifica quando il bambino cammina sulla punta dei piedi;

– Piede torto – è di solito un difetto congenito, che si traduce in un appoggio el tutto anormale del piede durante il cammino.

Le patologie del piede nei più piccini possono essere congenite o svilupparsi gradualmente durante la crescita.

 

E’ bene individuare quanto prima questi problemi, per intervenire e correggerli prontamente, attraverso l’utilizzo di plantari ortopedici o scarpe ortopediche corrive, eseguendo esercizi posturali specifici.

In casi più gravi, o in quelli di patologie congenite spesso si ricorre anche alla chirurgia.

Indipendentemente da patologie o deformità evidenti alla nascita, l’età giusta per una valutazione ortopedica è tra i 6 e gli 8 anni.

 

Consigliabile e fondamentale è l’utilizzo di plantari ortopedici specifici, che hanno un ruolo preventivo importante per le malattie del piede, ed anche per quelle patologie a cui i più piccoli sono più esposti, come micosi, verruche, piede d’atleta, o unghie incarnite.

Ortocenter – Ortopedia Napoli  si mette a disposizione dei genitori per un consulto professionale e consiglia ai propri clienti solo prodotti di alta qualità. Vi aspettiamo presso le nostre sedi in Napoli e Pozzuoli.

La scelta della professionalità e della qualità è ciò che fa la differenza in questi casi e Ortocenter fa di questo principio un vero e proprio credo.

 

La rizoartrosi o artrosi del pollice

Ortocenter – Ortopedia Napoli tiene cura anche di condizioni legate a vari problemi artrosici.

Oggi vogliamo parlare nello specifico della Rizoartrosi .

Con Rizoartrosi si definisce il processo degenerativo artrosico dell’articolazione alla base del pollice (articolazione metacarpale).

L’ artrosi del pollice è un tipo particolare di artrosi in quanto il pollice è coinvolto nella maggior parte dei movimenti della mano, ha un grado di mobilità di 360°, e può succedere facilmente dunque che degeneri prima delle altre articolazioni della mano.

 

Nonostante la rizoartrosi si manifesti con l’avanzare dell’età, non è difficile purtroppo che possa verificarsi  in età precoce e colpisce maggiormente le donne rispetto agli uomini.

Non è stato dimostrato invece che questa condizione si manifesti inevitabilmente in persone che abbiano svolto una determinata attività lavorativa manuale.

Tra i sintomi tipici: dolore gonfiore e riduzione progressiva della mobilità.

 

A seconda della gravità del problema, si predilige un tipo di trattamento conservativo, piuttosto che quello chirurgico:

  • Se la artrosi è lieve si preferiranno tutori, trattamenti fisioterapici accompagnati dall’assunzione di farmaci antinfiammatori
  • In caso di condizioni patologiche più gravi, e se non si risponde a questa modalità di trattamento, allora conviene intervenire chirurgicamente.

Ortocenter – Ortopedia Napoli può essere un vostro riferimento nel caso di necessità di tutori ortopedici strumento utile, da indossare durante il giorno per cercare di limitare i movimenti dell’articolazione, e di notte per mantenere in posizione naturale il pollice.

Ortocenter – Ortopedia Napoli consiglia di fare un’attenta valutazione delle attività quotidiane, eliminando o riducendo le cattive abitudini che possono sovraccaricare la articolazione del pollice e che possono rendere invalidante questa condizione.

Vi aspettiamo per un consulto più dettagliato presso una delle nostre sedi Ortocenter a Napoli e Pozzuoli .

Consigli per una passeggiata perfetta

 

Quando si cammina o si attende alla fermata dell’autobus oppure si lavora molte ore in piedi è facile assumere posture sbagliate che si ripercuotono negativamente sul giusto allineamento della colonna vertebrale. Ma non solo. Anche lo stress e alcuni stati emotivi possono incidere negativamente sul modo di camminare o di riposare, creando stati di infiammazione delle vertebre della schiena, procurando un irrigidimento dei muscoli delle gambe e imponendo ai piedi difetti di appoggio, che possono rendere sempre più difficile effettuare semplici operazioni come quella di fare una passeggiata.

Camminare, si sa, è un’ottima attività, che fa bene al corpo e allo spirito, ma come camminare in modo corretto? Noi di Ortocenter – Ortopedia Napoli consigliamo di guardare dritti davanti a sé mentre si cammina, tenendo le spalle ben allineate, evitando di portare pesi solo su un lato del corpo e ovviamente indossando le giuste calzature, meglio ancora se dotate di plantari ortopedici adeguati.

I plantari ortopedici non contribuiscono solo ad un corretto funzionamento del piede ma anche ad evitare l’irrigidimento dei polpacci, a distribuire in modo più uniforme il peso del corpo e a ridurre  calli e duroni sotto la pianta del piede, indici anch’essi di una distribuzione del peso corporeo non ottimale.

Ortocenter – Ortopedia Napoli consiglia  l’uso di plantari ortopedici per tutti coloro che soffrono infiammazioni della colonna vertebrale, per chi ha una scorretta postura del corpo e dei piedi, al fine di migliorare la qualità della vita delle persone e prevenire condizioni che possono influire negativamente sul corretta postura del corpo e rendere le operazioni più belle e semplici, come quella di camminare, un toccasana per la nostra salute. 

Il centro Ortocenter di Zungri Annamaria offre un servizio di prevenzione e valutazione delle manifestazioni algico-disfunzionali della postura del paziente, attraverso l’ esame baropodometrico fondamentale per una diagnosi completa, e per la creazione e progettazione dei plantari perfetti per ogni esigenza.

Guida alla fornitura di Dispositivi Ortopedici di Ortocenter

Oggi è sempre più facile avere aiuto in caso di disabilità temporanea e permanente, ma non sempre l’iter per ottenere l’aiuto di cui si ha bisogno è chiaro e agevole per tutti.
Ortocenter – Ortopedia Napoli è da sempre un punto di riferimento nel campo della Ortopedia a Napoli e in quanto centro convenzionato ASL -INAIL, abbiamo pensato di creare una guida che possa dare ai nostri clienti e a tutti coloro che vivono una situazione di difficoltà le indicazioni su come ottenere dispositivi ortopedici necessari.

Chi può ricevere i dispositivi ortopedici?

Tutti coloro che sono riconosciuti invalidi maggiorenni e non, che abbiano già ricevuto o meno il verbale di invalidità o che abbiano già presentato domanda e sono in attesa della visita del medico-legale.

In generale le persone che appartengono a queste categorie possono rivolgersi all’Azienda Sanitaria Locale – ASL di residenza mentre per gli invalidi del lavoro è opportuno rivolgersi alla sede INAIL di competenza territoriale.

Quali dispositivi ortopedici possono essere richiesti?

I dispositivi ortopedici che possono essere richiesti si dividono in  ortesi, protesi e ausili.
Le protesi sono strumenti che sostituiscono parti del corpo mancanti; le ortesi sono dispositivi che migliorano le funzionalità di alcune parti del corpo che sono state compromesse. Un’ortesi ad esempio, può essere un tutore del ginocchio.
Gli ausili sono dei prodotti o strumenti che consentono di prevenire, alleviare o compensare una disabilità. Il paziente avrà diritto ad ottenere tutti i dispositivi connessi alla patologia certificata dal medico.

Come ottenere protesi, ortesi e ausili?

Per poter usufruire di tali strumenti e prodotti è necessaria la prescrizione del medico specialista che indicherà di quale patologia l’interessato soffre.
Una volta ottenuta la prescrizione basterà rivolgersi ad Ortocenter – Ortopedia Napoli  in quanto ditta autorizzata per ottenere maggiori informazioni sui prodotti disponibili sui costi e sui modi per ottenere il dispositivo ortopedico di cui si ha bisogno.
Infine bisognerà richiedere l’autorizzazione alla ASL di residenza, la quale, dopo aver effettuato le dovute verifiche, procederà a concederla entro 20 giorni dalla richiesta di autorizzazione.

Se ho bisogno di dispositivi ortopedici a chi mi rivolgo?

Possono rivolgersi a Ortocenter – Ortopedia Napoli tutti coloro che hanno bisogno di dispositivi ortopedici su misura, quindi personalizzato dove il nostro laboratorio, specializzato nella tecnica ortopedica, sarà in grado di soddisfare ogni specifica esigenza di carattere posturale.
Coloro che hanno bisogno di dispositivi ortopedici prodotti in serie, come carrozzine, ausili per la mobilità personale, ausili per il sollevamento e montascale.

Infine tutte le persone che potrebbero avere bisogno di apparecchi respiratori (ventilatori per esempio), o apparecchi per il recupero della funzione alimentare  possono rivolgersi alla ASL di residenza che li cederà in uso ai pazienti.

Come faccio per avere un preventivo?

A seconda del dispositivo ortopedico necessario, Ortocenter – Ortopedia Napoli stilerà un preventivo DM332 per la fornitura di ciò che è stato prescritto dal medico.

Ci sono agevolazioni fiscali?

Per l’acquisto di alcuni dispositivi ortopedici su misura  e personalizzati vi è un’applicazione dell’IVA AL 4%.
Per esempio, se una persona vuol comprare una carrozzina senza avvalersi della ASL rivolgersi a noi con la copia del verbale di invalidità e la ricevuta fiscale viene emessa applicando l’IVA al 4% anziché al 22 %.

La persona disabile o il familiare che ha carico una persona disabile può detrarre il 19% della spesa sostenuta per acquistare alcuni dispositivi come carrozzine per disabili, apparecchi per la correzione di difetti alla colonna vertebrale, ausili per il sollevamento.

Clicca qui per consultare l’informativa completa.

Per avere un preventivo per maggiori informazioni, o per avere assistenza dal nostro staff specializzato, contattaci o vienici a trovare in una delle nostre sedi a Napoli e a Pozzuoli.

Vene varicose – Cause e rimedi

5 consigli di Ortocenter – Ortopedia Napoli contro le vene varicose

L’insufficienza venosa è un disturbo molto comune che interessa principalmente le donne e la cui incidenza aumenta progressivamente con l’aumentare dell’età.

Consiste in un rallentamento della circolazione che rende difficoltoso il flusso del sangue dalle estremità, principalmente arti inferiori e piedi, al cuore.

La diminuzione della capacità delle vene di far tornare il sangue al cuore si manifesta con lo sviluppo delle vene varicose sulle gambe. Può essere causata da un’alterazione patologica delle vene o delle valvole venose, indispensabili per la corretta circolazione ematica e per la risalita del flusso sanguigno dal basso.

Ma in che modo possiamo facilitare la circolazione del sangue e quali sono i rimedi per contrastare l’insufficienza venosa?

     

Ortocenter – Ortopedia Napoli consiglia alcuni piccoli accorgimenti da adottare nella vita quotidiana e semplici esercizi da fare ogni giorno per risolvere il problema delle vene varicose e per aiutare la circolazione sanguigna.

  1. Fare stretching al mattino per allungare i muscoli è risvegliare la circolazione dolcemente.
  2. 5 minuti di ginnastica per i piedi al giorno, alzando alternativamente talloni e poi gli alluci.
  3. Tenere le gambe sollevate il più spesso possibile, anche di notte, rialza il letto nella zona in corrispondenza dei piedi.
  4. È sempre consigliato fare attività fisica regolarmente come il nuoto, la camminata e lo Yoga.
  5. Utilizzare calze elastiche e plantari flebologici.

I nostri plantari sono in grado di contrastare l’insufficienza venosa.

Per agevolare il drenaggio linfovenoso indossa i plantari flebologici Ortocenter – Ortopedia Napoli durante una passeggiata, sono studiati per spingere il sangue dai piedi al cuore e incentivarne la circolazione verso l’alto ad ogni passo.

I plantari flebologici possono essere usati insieme alle calze a compressione per un risultato ottimale. Queste infatti attraverso una compressione a zone graduata migliorano la circolazione sanguigna e alleviano la sensazione di stanchezza. Vienici a trovare in una delle nostre sedi Ortocenter – Ortopedia Napoli per conoscere tutta la gamma di plantari e calze a disposizione.

 

 

Prevenire è meglio che curare – piedi piatti nei bambini

Spesso noi di Ortocenter – Ortopedia Napoli ci ritroviamo a dover risolvere problemi che riguardano anche i bambini.
E’ importante saperlo perché spesso un piccolo problema risolto nella fase infantile, evita scocciature da adulto, come dice il proverbio “prevenire è meglio che curare”.

Uno dei problemi più diffusi nei bambini è proprio la sindrome dei piedi piatti, nulla di così grave appunto perché, se preso in tempo, ampiamente risolvibile.

Nei primi anni di vita non è possibile capire se i nostri bimbi hanno i piedi piatti
non hanno ancora un arco plantare ben definito e con dei piedi ancora così cicciottelli, diventa difficile fare un’analisi.
Solo in un’età compresa tra i 4-5 anni fino ai 10, la crescita ossea sarà tale da riuscire ad osservare la forma del piede: se i piedini continuano a restare appiattiti sul suolo, allora sarà opportuno intervenire.

Piano piano i piedi cominciano ad assumere una conformazione più simile a quella di un piede adulto, tra i 6 e gli 8 anni si può procedere anche con una prima valutazione ortopedica del piede.
Diverso è il caso in cui si presenti una deformità ai piedi sin dalla nascita come quella del piede torto.

Ma a cosa son dovuti i piedi piatti ? Come intervenire difronte ad una situazione del genere?
Ortocenter – Ortopedia Napoli attraverso questo piccolo blog cerca di dare risposta alle domande più comuni.

Il problema dei piedi piatti nei bambini, ovvero l’appiattimento della volta plantare può derivare da un mancato sviluppo dei muscoli e del tessuto connettivo. 
L’arco plantare può non assumere la sua dimensione e forma normale o addirittura può non formarsi per nulla, ed ecco che si verifica questo tipo di problematica.

Esistono due forme di piedi piatti nei bambini:

– Piedi piatti flessibili –  è asintomatico e anche il più comune, si associa spesso ad altri problemi posturali come ginocchio valgo o passo intrarotrato.  Nella maggior parte dei casi può avere una risoluzione spontanea durante la crescita, se trascurato a volte può portare all’alluce valgo giovanile.

– Piedi piatti rigidi  – questa forma è in genere associata a patologie congenite, e si caratterizza per dolore e maggiore rigidità.

Molto importante quindi è osservare il nostro bimbo mentre cammina e verificare l’usura delle sue scarpe.

Inoltre prediligere un’attività fisica mirata potrebbe essere la chiave per un corretto sviluppo fisico e posturale del bambino: gli sport maggiormente consigliati sono la pallavolo, la danza e il basket.

In casi più gravi invece è consigliabile l’uso di scarpe con plantari ortopedici adeguati.
E’ qui che Ortocenter – Ortopedia Napoli interviene a supporto dei bambini, ti aspettiamo presso le nostre sedi anche per un consulto.